Descrizione Progetto

CONTESTO NORMATIVO

Il Regolamento delegato (UE) 762 del marzo 2018 introduce importanti novità nella gestione dei rischi nel settore dei trasporti ferroviari.
Tra queste novità, viene sottolineato che è “fondamentale che le imprese ferroviarie e i gestori delle infrastrutture adottino un approccio sistematico a sostegno della prestazione umana e al fine di gestire i fattori umani e organizzativi nell’ambito del sistema di gestione della sicurezza”, aspetto strettamente collegato alla “promozione di una cultura positiva della sicurezza” (aspetti citati nella parte introduttiva, punti 6 e 7).
L’importanza della cultura della sicurezza viene rinforzata in diversi punti del documento, fra cui il paragrafo 7.2 Miglioramento continuo, in cui si esprime l’importanza di motivare le persone a essere parti attive nel miglioramento della sicurezza, e di una “strategia finalizzata al miglioramento continuo della cultura della sicurezza”.
Il corso è rivolto a AD/AU, Direttori Tecnici, Responsabili e addetti del S.G.S. di Imprese Ferroviarie e Gestori Infrastrutture e consulenti.

DOCENTI

Il corso sarà tenuto in modalità webinar con un alto livello di interazione dai docenti Dott. Carlo Bisio e dalla Dott.ssa Maria Paola Gazzetti tra i massimi esperti del settore.

OBIETTIVI DEL CORSO

Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di:
• Descrivere il significato di fattori umani e organizzativi e suoi ambiti di applicazione.
• Descrivere il significato di ergonomia e la sua importanza nella gestione dei fattori. umani e organizzativi, spiegare i principali concetti dell’ergonomia, descrivere le sue parti e le sue applicazioni alla gestione dei fattori umani e organizzativi.
• Descrivere le modalità corrette per una progettazione ergonomica.
• Descrivere in che modo i fattori umani e organizzativi sono integrabili nel sistema di gestione: leadership, supporto, gestione dei cambiamenti, rischi di interferenza e altri fattori.
• Definire un sistema sociotecnico e spiegare le interazioni tra elementi tecnici e sociali.
• Saper spiegare il concetto di ‘cultura di sicurezza’ e fare esempi di azioni concrete per il suo miglioramento e il suo monitoraggio.
• Descrivere l’importanza del comportamento umano nella sicurezza, e citare i principali approcci scientifici per la gestione dei comportamenti sicuri.
• Descrivere un processo efficace di valutazione dei rischi.
• Definire i fattori psicosociali di rischio, spiegare le principali dinamiche che possono influire sulla sicurezza, descrivere le prassi per la loro valutazione e gestione.
• Definire il concetto di comportamento sicuro, le diverse categorie di errori o violazioni, le loro possibili cause e conseguenze.
• Descrivere e applicare i più comuni metodi per la valutazione dei fattori umani e organizzativi, e spiegare in che modo tali metodi possono essere integrati in una valutazione del rischio.
• Applicare un’efficace integrazione dei fattori umani e organizzativi in una valutazione dei rischi nel settore dei trasporti ferroviari.
• Descrivere modalità e criteri per la definizione di misure per la riduzione dei rischi, conseguenti alla valutazione del rischio, che tengano in conto i fattori umani e organizzativi.
• Definire parametri e KPI per il monitoraggio dei rischi che includa i fattori umani e organizzativi, e fare esempi nel campo dei trasporti ferroviari.

PROGRAMMA DEL CORSO

Modulo 1 “FU&O, progettazione e carico mentale”

Primo incontro

Fattori umani e organizzativi

  • Il sistema, l’affidabilità, il rischio.
  • Il significato di fattori umani e organizzativi, i suoi ambiti di applicazione.
  • L’importanza dell’ergonomia nella gestione dei fattori umani e organizzativi.
  • I principali concetti dell’ergonomia secondo la ISO 26800.
  • Le parti dell’ergonomia (fisica, cognitiva, organizzativa), e le loro applicazioni alla gestione dei fattori umani e organizzativi.
  • Il percorso di valutazione e gestione del rischio.

Secondo incontro

Progettazione e carico mentale

  • La progettazione ergonomica dei sistemi di lavoro secondo la ISO 6385: obiettivi, fasi, modalità.
  • Il carico mentale.
  • Le prassi per la valutazione del carico mentale nella ISO 10075.
  • Carico mentale, fattori psicosociali, altri fattori.

Modulo 2 “Sicurezza e aspetti umani e sociali”

Terzo incontro

Sicurezza e aspetti umani e sociali – Prima parte

  • Integrazione dei fattori umani e organizzativi nel sistema di gestione: leadership, supporto, gestione dei cambiamenti, rischi di interferenza e altri fattori.
  • La sicurezza all’interno di un sistema, il “sistema sociotecnico” e le interazioni tra elementi tecnici e sociali.
  • L’importanza della cultura di sicurezza e le azioni per la sua promozione e consolidamento.
  • Alcuni fattori che possono avere impatti sulla prestazione: stress, percezione del rischio.

Quarto incontro

Sicurezza e aspetti umani e sociali – Seconda parte

  • Il comportamento umano nella sicurezza, i principali approcci per la sua gestione:
    • approccio comportamentista
    • approccio psicosociale
    • approccio cognitivo
    • approccio sistemico-ergonomico

Modulo 3 “La valutazione dei rischi e i FU&O”

Quinto incontro

La valutazione dei rischi e i fattori umani e organizzativi

  • Un processo efficace di valutazione dei rischi: dall’analisi del contesto alle misure per la riduzione dei rischi.
  • Ripresa di alcune tecniche per la valutazione dei rischi (FMEA, HAZOP, alberi dei guasti e degli eventi, Bowtie).
  • I fattori psicosociali di rischio secondo la ISO 45003, le principali dinamiche che possono influire sulla sicurezza, le prassi per la loro valutazione e gestione.

Sesto incontro

La valutazione dei rischi e i fattori umani e organizzativi

  • Gli scostamenti dal comportamento sicuro: errori e violazioni, loro categorie, cause e conseguenze.
  • Metodi per la valutazione dei fattori umani e organizzativi (HTA, SHERPA e altri metodi).
  • Tenere conto delle statistiche sugli inconvenienti e dell’analisi degli incidenti.

Modulo 4 “Gestione dei rischi e FU&O”

Settimo incontro

La gestione dei rischi e i fattori umani e organizzativi – Prima parte

  • Principio della gerarchia delle misure, sue applicazioni ai fattori FU&O.
  • Misure per la riduzione dei rischi che tengano in conto i fattori umani e organizzativi.
  • L’importanza della formazione.
  • Altre azioni organizzative riguardanti le risorse umane, con impatto sull’affidabilità (selezione, valutazione delle prestazioni, comunicazione interna, ecc.).

Ottavo incontro

La gestione dei rischi e i fattori umani e organizzativi – Seconda parte

  • Parametri e KPI per il monitoraggio dei rischi che includa i fattori umani e organizzativi.
  • Altre azioni per il miglioramento continuo.

I quattro moduli sono acquistabili anche singolarmente.
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Maggiori informazioni potranno essere richieste alla Segreteria Tecnica del Centro di Formazione chiamando il nostro numero unico 045 511 82 78, oppure inviando un’email all’indirizzo info@trainingsrl.it.

Corso-2022

Entra anche tu nella grande famiglia degli allievi di TRAINing (699 allievi privatisti al 31/12/2021). Allievi di TRAINing lo si è per sempre.

ISCRIVITI ORA